Left Continua con gli acquisti
Il tuo ordine

Non hai nessun articolo nel carrello

Spedizione gratuita per ordini superiori a €60
🚚 Spedizione gratuita da 60 € | Ordine minimo 30€ | Consegniamo a Bologna, Ferrara e Milano
Come cucinare i frutti di mare

Come cucinare i frutti di mare

Sapere come cucinare i frutti di mare vuol dire esaltare al massimo il sapore di questi ingredienti pregiati, nonché accontentare anche i palati più esigenti. Alcune ricette inoltre non sono solo molto semplici, ma anche abbastanza rapide, per cui non bisogna essere esperti chef per ottenere buoni risultati.

 

Le vongole veraci

Le vongole veraci si possono preparare con o senza guscio. Nel primo caso basti pensare agli spaghetti o al sautè a cui accompagnare i crostini di pane da inzuppare nel sugo. Le vongole veraci con guscio si rivelano un ingrediente molto saporito che non ha bisogno di molto per assecondare ogni gusto.

L'unica cosa da fare è rosolare le vongole a fuoco vivo in una padella con olio d'oliva ben caldo, uno spicchio d'aglio e un po' di prezzemolo, per poi togliere quelle che restano chiuse. Volendo è possibile aggiungere un pomodoro ramato, mezzo bicchiere di vino bianco secco, pepe nero e peperoncino.

In caso di spaghettata si raccomanda di filtrare l’acqua dei molluschi, perché questa servirà successivamente per terminare la cottura della pasta direttamente in padella, in modo che la pasta possa avere una consistenza cremosa.

Le vongole sgusciate, invece, sono maggiormente presenti fra gli antipasti di pesce e vanno bene come condimento, ad esempio quando bisogna condire bruschette che stuzzicano l'appetito. Dopo aver pulito le vongole e ultimato la cottura in padella, non resta che eliminare il guscio e servire le vongole da sole o con altri frutti di mare.

Molto azzeccato è poi l'abbinamento vongole e basilico, mentre chi ama sperimentare potrà accostare questo ingrediente con le uova in camicia.

 

Le cozze

I piatti più sfiziosi e gustosi con le cozze sono più di quelli che si potrebbero immaginare. Questi molluschi che avvolgono il palato possono essere assaporati in umido, con l'aggiunta di salse oppure in bianco. Non esiste una ricetta in assoluto migliore di un'altra, perché tutto dipende dalle specifiche preferenze. In ogni caso servire cozze di qualità e freschissime permette di fare un figurone.

La prima cosa da fare è pulire per bene le cozze o acquistarle già pronte da cuocere, per poi servirle con o senza guscio, allo stesso modo di ciò che avviene con le vongole.

Per quanto riguarda la cottura non ci sono particolari accorgimenti da adottare, in quanto basta mettere e cozze all'interno di una pentola dai bordi non molto alti. aggiungere poco olio extra vergine di oliva e uno spicchio d'aglio in camicia. Occorre poi coprire con il coperchio, proseguire con fuoco vivace fino all'apertura spontanea dei gusci.

Le cozze che restano chiuse non devono essere consumate e andranno di conseguenza eliminate. Lo stesso vale quando il colore della carne sembra differente da tutti gli altri. Per trasformare il piatto in qualcosa di più ricercato è possibile aggiungere gamberi sbollentati, così da creare una zuppa profumata servita come piatto unico o che può diventare il condimento per un risotto.

 

I lupini

Molto semplici da preparare sono anche i lupini di mare, perché il procedimento da seguire è sostanzialmente simile a quello delle vongole e delle cozze. Questi frutti di mare andranno quindi lavati e cucinati, così da portare in tavola numerose ricette dal gusto inconfondibile di mare.

In ogni caso bisogna sempre ricordare di scartare ed eliminare le vongole rotte o eventuali gusci vuoti prima di iniziare la cottura in padella. 

Uno dei sistemi di cottura dei lupini più diffuso è sicuramente quello di mettere all'interno di una casseruola olio extra vergine di oliva e uno spicchio d'aglio, per poi proseguire a fuoco vivace fino alla completa apertura spontanea dei gusci. Alla fine non resta che aggiungere un po’ di prezzemolo. Quanto ottenuto potrà essere usato per condire un buon piatto di spaghetti o di linguine, ma non solo. Le vongole lupino lasciate in bianco si possono consumare da sole con una spruzzata di limone e prezzemolo.

Il liquido di cottura non va mai eliminato, in quanto potrà sempre servire per la preparazione di svariate ricette, come ad esempio zuppe con tanti tipi di pesce e secondi.

 

Altra ricetta che riscuote sempre un certo successo è quella che prevede l'abbinamento dei lupini di mare con pomodori ramati e melanzane. Dopo aver preparato i lupini bisogna far rosolare in un tegame le melanzane tagliate a cubetti con il pomodoro e un filo di olio d'oliva. Mischiati gli ingredienti si ottiene un irresistibile condimento da usare per condire delle bruschette.

Questo piatto è inoltre adatto come salva cena, quale aperitivo per gli ospiti che arrivano all'improvviso e più in generale come sofisticato antipasto che stupirà i commensali. I lupini di mare naturalmente si possono servire anche del tutto privi di guscio, ad esempio per condire risotti a base di erbe, pizze, sfogliate con gamberetti e tante altre ricette insolite.

Risotto alle vongole veraci e gin

Risotto alle vongole veraci e gin

Il risotto alle vongole veraci sfumato al gin è un primo piatto delizioso e cremoso, che racchiude tutto il sapore del mare.
É molto semplice da preparare ed è perfetto da portare in tavola, inserito in un elegante menù di pesce.
Scopri di più
Riso venere al mojito e cozze

Riso venere al mojito e cozze

Il riso venere al mojito e cozze “Goro Pesca” è una ricetta gustosa e saporita. Un primo piatto di pesce fresco, perfetto da servire sia pranzo che a cena.
Scopri di più
Spaghetti ai frutti di mare

Spaghetti ai frutti di mare

Vongole veraci, cozze e lupini: vi proponiamo la ricetta dei nostri spaghetti ai frutti di mare. Un primo piatto profumato e facilissimo da cucinare, ideale per qualsiasi occasione speciale.

Scopri di più